Posted on

Idroponica e Coltivazione Indoor – Come Fare?

Idroponica e Coltivazione Indoor – Come Fare?

Idroponica e Coltivazione Indoor – Introduzione

Idroponica e Coltivazione Indoor nascono per ottimizzare la produzione del cibo a livello industriale ma oggi soddisfa anche la ricerca costante dell’uomo di mantenere un legame con la natura che attraversa i millenni.

Coltivare per procurarsi il cibo, spezie preziose, o semplicemente per il gusto rilassante e appagante di veder crescere e prosperare un essere vivente grazie alle nostre cure non è mai passato di moda.

Quello che è fortemente cambiata, è la disponibilità dello spazio da dedicare alla coltivazione, sopratutto nelle grandi città ma anche nei paesi ormai, sì è ridotta e continua a ridursi sempre più fino a scomparire (a meno che non sei un’azienda agricola naturalmente).

Molti infatti non possiedono nemmeno un terrazzo per far crescere qualche pianticella o quello che hanno ha un’esposizione non adatta a coltivare le specie che sono più gradite.

Come fare allora a mantenere questo contatto con la natura se la natura non è accessibile per i nostri scopi?

Idroponica e Coltivazione Indoor – L’evoluzione del Coltivare anche in Casa

Ci viene in aiuto la tecnologia, che in questo settore in pochi anni ha subito un incremento a dir poco esuberante; chiaro segnale che trova un pubblico molto interessato e sopratutto desideroso di “coltivare” un hobby fra i più terapeutici ed appaganti.

Sono nate attrezzature, prodotti, e tecnologie che permettono oggi, in uno spazio anche ridottissimo, di coltivare direttamente in casa le proprie piante e fiori.

Idroponica e Coltivazione Indoor – Problemi e Soluzioni

Il problema che si pone, sopratutto per i neofiti che si avvicinano a questo settore affascinante dell’ Idroponica e coltivazione indoor è districarsi fra la quantità, la qualità, il prezzo dei prodotti e delle attrezzature adatte alla coltivazione indoor.

Come scegliere in funzione delle proprie necessità e degli spazi a disposizione gli strumenti giusti per poter creare un ambiente di crescita e fioritura delle piante sano ed equilibrato?

Come imparare ad usare al meglio le attrezzature come le grow box, individuare le fonti di luce adatte ai propri bisogni tra le lampade CFL a basso consumo o i bulbi HPS e le lampade MH che producono una luce molto intensa ma anche molto calore.

Poi ci sono i riflettori, gli aspiratori, i ventilatori e tutto ciò che occorre per l’allestimento base di una piccola grow box così come di una grande Grow Room.

Idroponica e Coltivazione Indoor – Fare la scelta giusta

E come risparmiare scegliendo e ottimizzando i prodotti a disposizione?

Come adattare la propria attrezzatura in funzione delle stagioni?

Sì, perché con l’ Idroponica e Coltivazione Indoor è possibile coltivare tutto l’anno (come invece non può avvenire in natura per la maggior parte dei casi).

Il clima esterno influenza i parametri interni della stanza di coltivazione (se d’inverno la temperatura in casa può essere di 22/23°, d’estate può arrivare ben oltre i 35° se non si usa l’aria condizionata), vanno quindi presi provvedimenti atti a non far salire (o scendere) troppo la temperatura nella stanza di coltivazione.

Coltivazione Idroponica e Coltivazione Indoor – Informare dalla a alla z

Da questo articolo introduttivo parte un’avventura che ci auguriamo possa coinvolgervi.

Ogni nuovo articolo sarà dedicato ad un argomento specifico dell’ Idroponica e Coltivazione Indoor, che non solo sarà una guida da consultare per migliorarvi costantemente, ma vi introdurrà di questi prodotti sempre più ricercati e apprezzati, facendoveli conoscere meglio per poter fare la scelta migliore

Recensiremo quelli che considereremo i migliori, duraturi e performanti, con un attento sguardo al rapporto qualità/prezzo.

Benvenuti dunque, buona lettura e sopratutto BUON VERDE!

Posted on

PK 13/14 CANNA | Stimolatore Fioritura

PK 13:14 CANNA fertilizzante Stimolatore Fioritura

PK 13/14 CANNA | Stimolatore Fioritura

POTENZIATORE DEL RENDIMENTO

CANNA PK 13/14 è una miscela di minerali di qualità commestibile che stimolano la fioritura. Questo prodotto è stato sviluppato per la fioritura di piante a rapida crescita, PK 13/14 è facile da usare e consente di ottenere in maniera semplice rendimenti più elevati.

ELEMENTI PURI CHE STIMOLANO LA FIORITURA

PK 13/14 è una pregiata miscela di fosforo e potassio che si somministra alle piante nella fase di fioritura. Entrambi questi elementi rivestono grande importanza nello stadio della fioritura di piante a crescita rapida.

Continua a leggere PK 13/14 CANNA | Stimolatore Fioritura

Posted on

Fertilizzante Organico o Fertilizzante Minerale?

Fertilizzante Organico o Fertilizzante Minerale | GUIDA

Fertilizzante Organico o Fertilizzante Minerale?

Iniziamo da alcune definizioni di base:

1. Minerale: I sali inorganici, compresi sodio, potassio, calcio, cloruro, fosfato, solfato e così via, detti così perché si ottengono (o si ottenevano in origine) dall’estrazione mineraria, Non sono necessariamente naturali.

2. Organico: Dal punto di vista chimico, si dice di una sostanza contenente carbonio nella molecola (ad eccezione dei carbonati e del cianuro). Le sostanze di origine animale e vegetale sono organiche. Ciò può avere molti altri significati oltre alle parti del corpo e agli stili di coltivazione, compresa la definizione delle leggi più fondamentali di uno stato. Tradotto liberamente, il termine ha una connotazione positiva (a meno che non riguardi una parte del corpo, nel qual caso si può trattare di una malattia, o la legge, in caso di violazione). Organica non significa necessariamente naturale.

Continua a leggere Fertilizzante Organico o Fertilizzante Minerale?

Posted on

Fertilizzanti CANNA linea AQUA

canna-aqua-fertilizzanti idroponica

AQUA – Fertilizzanti CANNA per idroponica ad alto rendimento

CANNA Aqua è il fertilizzante per sistemi di idrocoltura che riutilizzano (riciclano) la soluzione nutritiva. Questo metodo di coltivazione non impiega alcun tipo di substrato e le sostanze nutritive vengono somministrate direttamente a livello radicale dalla soluzione nutritiva. Con CANNA Aqua è possibile gestire minuziosamente l’apporto di sostanze nutritive durante la fase di crescita e fi o-ritura della pianta, e quindi conseguire alte rese produttive. Non è un caso che in Gran Bretagna dove questi sistemi vengono impiegati per la maggiore, la gran parte dei coltivatori di idrocoltura abbia scelto CANNA Aqua.

Facile da utilizzare

Le piante assorbono le sostanze nutritive in quantità e tempi variabili, perciò la composizione e il grado di acidità della soluzione nutritiva devono essere costantemente adeguati. La formula di CANNA Aqua fa in modo che la pianta possa assimilare le sostanze nutritive indispensabili sempre in quantità sufficienti e sia in grado di autoregolare il pH.

Per questo motivo non sono necessarie ulteriori correzioni del pH che, nelle sue oscillazioni, rimane comunque entro i limiti ottimali, cioè tra 5,2 e 6,2 (un momentaneo superamento del valore limite può verificarsi in fase di attecchimento delle radici). Il grafico illustra l’andamento naturale del pH (senza interventi correttivi).

fertilizzanti per sistemi idroponici  aqua di canna

Per questa sua caratteristica unica, CANNA Aqua si distingue nettamente da tutte le altre formule di fertilizzanti in commercio. CANNA Aqua agevola il coltivatore nella gestione di uno dei più complessi sistemi di coltivazione.

Coltivazione di precisione

I coltivatori che utilizzano CANNA Aqua vogliono controllare totalmente lo sviluppo delle loro piante. Ciò è possibile perché sono in grado di determinare con esattezza le quantità di sostanze assimilate dalla pianta. Coltivando in assenza di substrato l’analisi del liquido drenato (= soluzione nutritiva) fornisce una visione chiara della quantità di sostanze nutritive a disposizione dalla pianta. Il substrato invece ha un potere tampone che può talvolta ritardare il rilascio delle sostanze nutritive. Per calibrare al meglio l’apporto nutritivo alla pianta nelle diverse fasi del suo sviluppo, sono disponibili prodotti specifici quali Aqua Vega e Aqua Flores.

Sottoposto a numerosi test e ana-lisi

CANNA Aqua è stato introdotto solo nel 1999 dopo severi controlli qualitativi. Dopo anni di test, di perfezionamenti e innumerevoli prove di coltivazione presso i laboratori di Canna Research, si è giunti alla formula ottimale. Rispetto al passato ci si è avvalsi in più della collaborazione con un gruppo selezionato di coltivatori. Questa combinazione unica di prove di laboratorio ed esperimenti di coltivazione ha fornito un’enorme quantità di dati e ha portato alla formulazione di CANNA Aqua, un prodotto che fa la differenza in quanto a versatilità, stabilità, resa e facilità di impiego.

Il metodo di coltivazione del futuro

Nelle previsioni per il futuro l’idrocoltura come sistema di coltivazione per uso domestico rivestirà un ruolo dominante. I metodi di idrocoltura trovano applicazione sia su piccola che su larga scala e la loro immediata vestibilità combinata al giusto nutrimento può far realizzare risultati strabilianti. Con il progresso tecnologico e apparecchiature di misurazione sempre più precise, il futuro dell’idrocoltura si profila sempre più prospero. Si è pensato persino all’utilizzo di questo sistema come fonte di cibo per gli astronauti durante le missioni su Marte.

Posted on

Coltivazione Indoor-Come Iniziare-Terra, Idroponica o Aeroponica

Coltivazione Indoor-Come Iniziare-Terra, Idroponica o Aeroponica

Coltivazione Indoor – Le tre tecniche principali per Coltivare Indoor

La Coltivazione Indoor è un metodo di coltura molto apprezzato tra gli appassionati e i professionisti del settore, ma ancora largamente sconosciuto al grande pubblico.

Con questa guida cercheremo di capire i concetti di base che rendono questo tipo di coltivazione particolarmente vantaggiosa sotto numerosi aspetti.

Per coltivazione indoor si intende un tipo di coltura che può essere effettuata in ambienti chiusi, sia domestici che professionali, come ad esempio nelle piccole, medie grow box come nelle grandi serre.

La particolarità principale delle tecniche di coltivazione indoor consiste nella possibilità di fare a meno del terreno nelle diverse fasi della crescita della pianta, fino alla completa fioritura.

Il principio alla base della coltivazione indoor è che la pianta, e in particolar modo la sua parte radicale, riesce a trovare in altri modi le sostanze nutritive necessarie alla crescita, che solitamente vengono reperite attraverso il terreno in ambienti aperti.

I principali metodi di coltivazione indoor  fuori suolo (oltre a quella classica e più utilizzata in vasi con terriccio specifico) sono la coltivazione idroponica e quella aeroponica.

 

coltivazione idroponica

 

I Principali Benefici della Coltivazione Indoor con l’Idroponica

Tra i principali vantaggi assicurati da queste due tecniche vanno sottolineati la maggior celerità con cui la pianta completa il suo ciclo vitale, restituendo frutti in minor tempo rispetto a quanto succeda nella normale crescita in suolo, e una maggiore salubrità dell’ambiente in cui la pianta si sviluppa, anche per il mancato utilizzo di diserbanti di qualsiasi genere.

La coltivazione in vari substrati (terra, cocco… ) così come in idroponica ha bisogno di strutture e strumentazioni specifiche, finalizzate a creare l’ambiente necessario alla crescita delle piante.

Nel caso specifico della coltivazione idroponica, tale sistema si avvale, in genere, di una vasca inferiore, destinata ad accogliere una soluzione composta in massima parte da acqua, nella quale vengono opportunamente disciolti fertilizzanti e nutrienti specifici.

Al di sopra di tale vasca è posizionato un vaso, solitamente di colore scuro per impedire alla luce del sole di penetrare, all’interno del quale viene alloggiato un substrato inerte in lana di roccia, fibra di cocco o argilla espansa, che sosterrà la pianta e, al contempo, permetterà alle radici di fuoriuscire dal vaso attraverso appositi fori.

La struttura è completata da un sistema di pompe e tubazioni che permettono il corretto nutrimento della pianta sin dalle prime fasi di vita.

Tale struttura accoglie il seme della pianta e ne permette la crescita fino alla completa maturazione, rappresentando quindi la sede di tutte e tre le fasi del ciclo di vita della pianta: germinazione, crescita e fioritura.

Nulla esclude, peraltro, che una coltivazione iniziata in idroponica prosegua con la messa a dimora della pianta in terreno in ambiente esterno.

radici della pianta coltivata in idroponica

Le radici della pianta coltivata in idroponica trovano il loro nutrimento nella soluzione con la quale entrano a contatto (o nella quale sono completamente immerse, come nel metodo Deep Water Culture).

Nella Coltivazione Indoor l’Idroponica e l’Aeroponica richiedono maggiori attenzioni

Per far sì che la soluzione sia idonea a far crescere la pianta, è necessario utilizzare i fertilizzanti più adatti e fare in modo che l’acqua sia opportunamente ossigenata, anche grazie alle pompe ad immersione.

Inoltre, il liquido dovrà avere il giusto contenuto di sali minerali e presentare una composizione né troppo acida né troppo basica.

Come si intuisce da queste premesse, l’ambiente nel quale viene effettuata una coltivazione idroponica va curato nei minimi dettagli (in maniera più attenta nei vari dosaggi di nutrienti e nel controllo di valori come l’EC ed il Ph rispetto a quella in vaso con terriccio), in modo da rendere possibile un sano sviluppo della pianta.

Coltivazione Indoor – Gli strumenti giusti sono impostanti

In particolare, vanno curati gli aspetti legati alla temperatura e all’illuminazione dell’ambiente, al tasso di umidità e alla ventilazione dell’aria e questo vale per tutte e tre le tecniche indicate in questa guida.

Professionalgrowing.com mette a vostra disposizione una serie di prodotti, ideali per consentire anche a chi si avvicina per la prima volta a questo affascinante mondo della coltivazione indoor, di ottenere ottimi risultati fin dal principio.

Per creare un ambiente isolato e protetto, la scelta più indicata è rappresentata da una Grow Box, una sorta di piccola stanza all’interno della quale è più facile ricreare le condizioni giuste per lo sviluppo della pianta.

Altrettanto importante è la scelta delle lampade (HPS, MH, CFL a basso consumo o LED), delle quali andrà opportunamente selezionata la potenza ed il colore in funzione dell’ampiezza della stanza di coltivazione e della specifica fase di sviluppo della pianta (crescita vegetativa o fioritura).

Indispensabili, del resto, sono una serie di articoli che vanno dai timer per la temporizzazione dell’ossigenazione dell’acqua ai correttori di PH per la soluzione, fino ai sistemi di pompaggio e di ventilazione e ai filtri ai carboni attivi, per regolare le emissioni d’aria.

La coltivazione indoor fuori suolo può essere effettuata, come detto, anche con la tecnica aeroponica.

La principale differenza tra questo sistema e quello della coltivazione idroponica consiste nel fatto che le radici, in questo caso, rimangono sospese al di sopra della soluzione nutritiva, la quale viene nebulizzata e spruzzata sulle radici, a determinati intervalli di tempo, assicurando alla pianta una crescita rapida e rigogliosa, fino alla sua completa maturazione.

La Coltivazione Indoor – Un’alternativa appassionante

La coltivazione indoor, quindi, rappresenta un metodo di coltura alternativo e appassionante, che consente, a seconda della tecnica usata e dell’abilità del coltivatore, di ottenere piante robuste e frutti maturi in tempi molto più rapidi.

Senz’altro l’idroponica e l’aeroponica normalmente offrono prestazioni migliori rispetto alla tradizionale coltivazione in terra.

Sia che ci si avvicini a questa attività per hobby, sia se si desideri intraprenderla nell’ambito di un’attività professionale, la coltivazione indoor, se accompagnata all’applicazione di tecniche quali  l’idroponica ed l’aeroponica assicura le stesse soddisfazioni con cui si accompagna la crescita delle piante in ambienti esterni con risultati migliori.

Su professionalgrowing.com Shop trovi tutto ciò che ti occorre per la tua coltivazione indoor e tante guide interessanti per aiutarti ad ottenere il massimo dalle tue piante.