Posted on

Riconoscere la Tipologia del Terreno da Coltivare

analisi-del-terreno

ANALISI DEL TERRENO

Un metodo semplicissimo per riconoscere la tessitura di un terreno, cioè il grado di coesione e dimensione delle sue particelle, consiste nello stringerne nel pugno una manciata.

Se aprendo la mano rimane plasmata in modo ben delineato la forma delle dita, il terreno è certamente argilloso e si dice che è compatto e pesante.

Se al contrario la manciata di terra si sbriciola nel palmo, si tratta di un terreno sabbioso: si dice che è sciolto e leggero.

Anche un terreno ghiaioso e grossolano è sciolto, ma le particelle si sgretolano in porzioni più voluminose.

Continua a leggere Riconoscere la Tipologia del Terreno da Coltivare

Posted on

Terreno – Valutazione per la Coltivazione

terreno-fertile-guida-alla-coltivazione

IL TERRENO IDEALE PER COLTIVARE LE PIANTE

Si definisce “terreno agrario” quella piccola parte della superficie terrestre in grado di accogliere una coltivazione.

Deserti, ghiacciai, nude rocce, come chiunque può comprendere, non sono vocati alla crescita delle piante, e men che meno di quelle di interesse alimentare.

Esistono terreni apparentemente adatti alle colture, che in realtà celano carenze non valutabili a occhio nudo: rientrano in questa categoria i suoli eccessivamente acidi, calcarei oppure argillosi che, alla prova dei fatti, danno sempre risultati negativi.

Continua a leggere Terreno – Valutazione per la Coltivazione

Posted on

Le Proprietà Chimiche del Terreno

ph-scale-terreno

CONOSCERE IL PH

La reazione chimica dei terreni si chiama PH (potenziale Idrogeno) e viene misurata con uno strumento, detto piaccametro, su una scala da 0 (massima acidità) a 14 (massima alcalinità).

IL VALORE DEL PH

In realtà un terreno ha sempre valori compresi fra 4 e 9 ed è neutro con un valore di PH uguale a 7.

Quest’ultimo valore è ideale per la coltivazione degli ortaggi, mentre una reazione fortemente acida (valori compresi fra PH 4 e PH 5) o fortemente basica (valori tra 8 e 9) ne riducono in maniera drastica le capacità vitali, mentre aumentano progressivamente le prestazione delle colture con valori prossimi a PH 7.

Continua a leggere Le Proprietà Chimiche del Terreno

Posted on

Caratteristiche Fisiche del Terreno per la Coltivazione

Caratteristiche Fisiche del Terreno per la Coltivazione

 LE QUATTRO PRINCIPALI TIPOLOGIE DI TERRENO

Confrontando campioni di terreno prelevati in zone diverse, si notano sostanziali differenze nella composizione fisica del terreno.

Schematizzando al massimo, si distinguono quattro principali tipologie.

TERRENO SASSOSO

Prevalgono ciottoli, ghiaia e materiali inerti in genere oppure le particelle di terra hanno diametro superiore a 2 mm.

Questi terreni lasciano filtrare e sgrondare subito l’acqua.

Continua a leggere Caratteristiche Fisiche del Terreno per la Coltivazione

Posted on

Migliorare la Qualità della Terra dell’Orto

migliorare-il-terreno

LA QUALITA’ DEL SUOLO NELLA COLTIVAZIONE

Per coltivare l’orto con successo è necessario che il terreno sia di medio impasto.

Il bravo orticoltore deve adoperarsi perché la tessitura del terreno raggiunge queste condizioni ideali.

TERRENO TROPPO COMPATTO

Si tratta di un suolo argilloso o limoso.

Difficile da lavorare, poco arieggiato e scarsamente permeabile, lascia ristagnare l’umidità che provoca nelle piante pericolose condizioni di asfissia radicale.

Continua a leggere Migliorare la Qualità della Terra dell’Orto