Posted on

TIMO (Thymus Vulgaris e altre 300 specie)

timo vulgaris professionalgrowing grow shop roma

Tipico dell’area mediterranea, il Timo è un piccolo arbusto perenne che forma cespugli compatti (massimo 40/50cm di altezza), le foglie di piccole dimensioni sono verdi e argentate nella pagina inferiore, i fiori bianco-rosati o lilla compaiono a primavera e durano a lungo fino all’estate inoltrata. La varietà Serpyllum è molto simile alla Vulgaris ma senza la patina argentata, è meno ricca di principi attivi ma più rustica. Per il balcone esistono anche delle varietà ornamentali.

CLIMA E TERRENO

Il Timo è una pianta rustica che ha poche esigenze anche se predilige terreni calcarei e ben esposti al sole. Cresce comunque bene anche in terreni argillosi se non ci sono ristagni di acqua. La pianta ben radicata resiste bene anche al freddo. In natura si trova dal mare fino a 2000 di altitudine ma preferisce le zone aride e soleggiate tra le rocce e le ghiaie.

COLTIVAZIONE E RACCOLTO

Questa pianta non necessita di particolari cure o fertilizzazioni ma si avrà cura di diserbare attorno al cespuglio per evitare che sia soffocato dalle erbacce. In vaso, le annaffiature e le concimazioni devono essere molto scarse perché la pianta teme i ristagni di acqua.

PROPAGAZIONE

La moltiplicazione per divisione dei cespi o per talea dei rametti laterali già lignificati è semplice. Le piantine vanno interrate in primavera o in autunno evitando i periodi troppo secchi.

MALATIE E CURA

Il Timo in certe condizioni, è sensibile alla ruggine. Può essere soggetto ai lepidotteri minatori o alla tortrice (un bruco che forma dei bachi sericei) che dovrebbero essere eliminati meccanicamente. Infatti qualunque trattamento chimico comprometterebbe il consumo.

USI PIU’ FREQUENTI

Il Timo è ottimo per aromatizzare carni o verdure. Le foglie, i rametti freschi o le infiorescenze possono essere tagliati tutto l’anno mantenendo il cespuglio compatto. Se ne segnala l’uso per aromatizzare il tabacco. Si possono fare delle tisane – 1 gr/100ml acqua – e berne due o tre tazzine al giorno. Inoltre, si segnala una tintura vinosa – 2 gr/100ml di vino bianco a macero per 5 gg – a bicchierini dopo i pasti.

USO TERAPEUTICO

Come tutte le aromatiche, il Timo ha notevoli proprietà curative. E’ antisettico a livello gastrointestinale e nell’antico Egitto, entrava nella composizione della sostanza usata per l’imbalsamazione. Protegge le vie urinarie e ha un’azione espettorante.